TREMONTI AMBIENTE E TARIFFE INCENTIVANTI: RESTITUZIONE DEL BENEFICIO FISCALE ENTRO IL 30 GIUGNO 2020

TREMONTI AMBIENTE E TARIFFE INCENTIVANTI: RESTITUZIONE DEL BENEFICIO FISCALE ENTRO IL 30 GIUGNO 2020

Resta confermata la data per il versamento all'Agenzia delle Entrate

Ricordiamo ai Clienti che avessero cumulato la Tremonti Ambientale con gli inventivi di impianti fotovoltaici, a partire dal 3’ conto energia, che resta confermata la data del 30 giugno per il versamento all'Agenzia delle Entrate, salvo diversa sentenza delle Cassazione entro fine mese. 

Un recente sentenza del Tar del Lazio, che era intervenuta in merito, dando ragione ai ricorrenti, non ha tuttavia sospeso la restituzione delle agevolazioni della Tremonti Ambiente stabilita dal decreto Fiscale del 2019 (convertito con legge 19 dicembre 2019, n. 157) per incompatibilità con gli incentivi dei Conti energia, ma si è limitata a sospendere il giudizio in attesa della pronuncia della Cassazione.

A presentare ricorso per chiedere la sospensione rispetto alla scadenza del 30 giugno 2020 sono stati una quarantina di operatori miranti a bloccare la restituzione chiesta dall’Agenzia delle Entrate. I giudici rilevano che “sulla medesima questione, sebbene in giudizi diversi, pende regolamento preventivo di giurisdizione presso le Sezioni Unite della Corte di Cassazione”. 

Se tale pronuncia della Cassazione non arrivasse entro il corrente mese di giugno, gli operatori che intendono mantenere il diritto degli incentivi dei loro CONTO ENERGIA dovranno versare “una somma determinata applicando alla variazione in diminuzione effettuata in dichiarazione relativa alla detassazione per investimenti ambientali l’aliquota d'imposta pro tempore vigente”, come recita il decreto fiscale.


RICERCA

Confindustria Energia Adriatica Soc. Cons. a r.l.
Contatti