RIMBORSI SU EXTRA-COSTI DISPACCIAMENTO

RIMBORSI SU EXTRA-COSTI DISPACCIAMENTO

Terna compenserà su uplift del primo trimestre utile


(20/10/2016)

 

Come già evidenziato con deliberazione 354/2016/R/eel, L’Autorità ritiene che l’aumento dei costi sostenuti da Terna, e di conseguenza da tutti i clienti finali nelle proprie bollette, per l’approvvigionamento di risorse nel mercato di dispacciamento MSD, sia imputabile a condotte opportunistiche e strategie di programmazione anomale da parte di alcuni UDD (utenti del dispacciamento). Infatti, al fine di garantire la sicurezza della rete elettrica, a causa degli sbilanciamenti volontari di alcuni UDD, pare che Terna sia stata costretta ad avviare unità di produzione sul mercato per il servizio di dispacciamento, accettando sistematicamente le offerte di minimo tecnico presentate dai medesimi utenti a prezzi elevati.

 

Per i motivi di cui sopra, con deliberazione 575/2016/R/eel, l’Autorità recepisce le decisioni del TAR Lombardia, circa i rimborsi automatici ai Clienti finali degli importi versati indebitamente a causa degli extra-costi su MSD. In particolare, sono in corso di approfondimento le misure per prevedere la restituzione a Terna degli importi percepiti dagli UDD.

 

La redistribuzione automatica degli importi che saranno recuperati da Terna, ai Clienti finali del libero mercato e di Maggior Tutela, avverrà con la determinazione dell’onere MSD che sarà calcolato nel primo trimestre utile come compensazione fra i costi sostenuti e gli importi recuperati.   


RICERCA

Confindustria Energia Adriatica Soc. Cons. a r.l.
Contatti