ENERGIVORI MENO TARTASSATI

ENERGIVORI MENO TARTASSATI

Apportate alcune semplificazioni

(24/03/2015)

Già nel rapporto 59/2015l'Autorità per l'Energia aveva anticipato l'intenzione di eliminare il meccanismo degli acconti per le agevolazioni alle imprese energivore previste dall'art. 39 del DL n. 83 del 2012, ora con la deliberazione 112/2015 sono state ratificate.

 

In particolare, la delibera 112/2015 fissa i nuovi criteri per gli incentivi 2014, mantenendo fermo il principio di "effettività", la CCSE avvierà dal 15 maggio 2015 la raccolta delle dichiarazioni delle imprese, che terminerà come già previsto il 31 ottobre.

 

Mentre, entro il 30 settembre la CCSE erogherà l'intero ammontare delle agevolazioni di competenza 2014, alle sole imprese che entro il 30 giugno hanno presentato le dichiarazioni necessarie (dichiarazione IVA e inserimento dei dati 2014 nel portale messo a disposizione dalla Ccse), nonchè superato i controlli sui dati del 2014.

 

La pubblicazione dell'elenco delle imprese a forte consumo di energia per l'anno 2014 dovrà avvenire entro il 30 novembre.

 

Rilevante è il passaggio che consente di evitare il gravoso ricorso alle fideiussioni, sul quale c'è stato una discreta confusione; però sempre in attesa che arrivi la decisione della UE sulla regolarità delle agevolazioni con le norme in tema di aiuti di Stato, e per questo il regolatore si è infatti riservato la possibilità di intervenire sulla materia nuovamente entro il 30 settembre 2015.

 

Definite le procedure dei controlli da parte della CCSE sui dati del 2014, che saranno le stesse modalità previste per i dati del 2013; e sono confermati anche per l'anno 2014 gli obblighi informativi posti in capo alle imprese di distribuzione.


RICERCA

Confindustria Energia Adriatica Soc. Cons. a r.l.
Contatti