BANDO FESR REGIONE MARCHE

BANDO FESR REGIONE MARCHE

Finanziamenti per la ricerca industriale e dello sviluppo sperimentale in filiere tecnologico-produttive

 

Con il decreto n. 69/IRE del 25/07/2012 viene approvato il bando FESR della regione Marche, per la concessione delle agevolazioni a favore dei raggruppamenti di micro, piccole, medie e grandi imprese per la realizzazione di progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale lungo le filiere tecnologiche produttive.

Il bando, finanziato con risorse del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale del POR (Programma Operativo Regionale) Marche 2007/2013, intende incentivare le attività di ricerca e sviluppo industriale con il fine di generare occupazione qualificata e favorire la crescita e la competitività del tessuto economico regionale, nonché la stabilizzazione occupazionale dei giovani laureati e diplomati.

 

Possono beneficiare delle agevolazioni del bando le micro, piccole, medie e grandi imprese, industriali o artigiane, che alla data di presentazione della domanda risultano:

1.      iscritte al registro delle imprese presso la relativa Camera di Commercio;

2.      non sottoposte a fallimento, amministrazione controllata, scioglimento o liquidazione;

3.      in regola rispetto alle disposizioni in materia di contributi previdenziali ed assistenziali secondo la vigente normativa;

4.      avere l’unità produttiva oggetto di investimento ubicata nella regione Marche;

5.      avere presentato un’unica proposta progettuale;

6.      avere l’attività principale o secondaria come risultante dal certificato CCIAA alla data di presentazione della domanda rientrante nelle attività identificate dai codici ATECO 2007:

                                                                i.      B à estrazione di minerali da cave e miniere;

                                                              ii.      C à attività manifatturiere;

                                                            iii.      D à fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata;

                                                            iv.      E à fornitura di acqua, reti fognarie, gestione rifiuti e risanamento;

                                                              v.      F à costruzioni;

                                                            vi.      J à alcune attività di telecomunicazioni, produzioni software, consulenza informatica e attività connesse;

                                                          vii.      M à ricerca scientifica e sviluppo;

                                                        viii.      N à ricerca, selezione e fornitura di personale e altri servizi di supporto alle imprese;

7.      rispettano la normativa in materi ambientale;

8.      rispettano la normativa in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro;

9.      rispettano la normativa per aiuti di Stato;

10.  rispettano le condizioni nei confronti dei lavoratori dipendenti non inferiori, nonché ogni disposizione di legge in materia assistenziale e previdenziale.

 

Ai fini della partecipazione al bando, i programmi di investimento proposti da ogni gruppo dovranno rispettare le seguenti caratteristiche:

·         collaborazione effettiva fra almeno tre imprese fra di loro indipendenti, di cui non più di una grande impresa e almeno una micro o piccola impresa. L a collaborazione dovrà essere formalizzata attraverso contratto di rete o raggruppamento temporaneo di imprese e dovrà essere sottoscritto dai rappresentanti legali delle imprese e trasmesso alla regione Marche entro 30 giorni dalla comunicazione di ammissione al finanziamento;

·         coinvolgimento nella realizzazione del progetto di almeno uno fra i seguenti soggetti:

§  organismo di ricerca;

§  centro per l’innovazione e il trasferimento tecnologico;

il coinvolgimento dovrà essere formalizzato attraverso la stipula di un contratto di consulenza in ricerca e sviluppo; il contratto dovrà poi essere trasmesso alla regione Marche sempre entro 30 giorni dalla comunicazione di ammissione al finanziamento.

Collaborazione o coinvolgimento si verificano quando:

1)      una quota non inferiore al 15% del totale dei costi ammissibili deve essere sostenuta da una o più piccole (o micro) imprese;

2)      nessuna impresa sostiene autonomamente più del 60% del totale dei costi;

3)      organismo di ricerca o centro per l’innovazione fornisce servizi di consulenza pari ad almeno il 10% del totale dei costi ammissibili.

 

Saranno ammessi alle agevolazioni i programmi di investimento che prevedono lo svolgimento di attività di ricerca e sviluppo negli ambiti:

  • tecnologie per l’Ambient Assisted Living;
  • tecnologie per la “green smart home”;

·         biotecnologie per la salute dell’uomo;

·         soluzioni tecnologiche avanzate e materiali per prodotti “Made in Italy” personalizzati ed eco-efficienti destinati alla persona o alla smart home.

 

Solo successivamente alla data di presentazione delle domanda di partecipazione e stipula dell’accordo di partenariato ed entro 30 giorni dalla ricezione delle comunicazione di concessione delle agevolazioni sarà possibile avviare i programmi di investimento. Gli stessi dovranno poi essere realizzati entro il 548° giorno successivo alla data di inizio investimento.

 

Le risorse finanziarie attivate con il bando in oggetto risultano pari a € 9.808.221,97 e il costo complessivo dei programmi di investimento dovrà essere superiore a 500.000 euro, fino ad un massimo di 2.000.000 di euro.

Le spese ammissibili di agevolazione risultano:

  • spese per personale dipendente esclusivamente per la parte di effettivo impiego nelle attività del progetto;
  • costi della strumentazione e delle attrezzature di nuovo acquisto utilizzate per il progetto e per la durata di questo;
  • spese per servizi di consulenza e per servizi equivalenti utilizzati esclusivamente ai fini delle attività di ricerca e sviluppo;
  • costi dei materiali direttamente imputabili alle attività svolte.

Le agevolazioni vengono riconosciute attraverso un contributo, secondo le seguenti quantità:

·         grandi imprese à 30%;

·         medie imprese à 40%;

·         micro e piccole à 50%.

Le agevolazioni sono concesse e liquidate sulla base delle attività svolte e documentate dalle imprese partecipanti alla realizzazione del programma di investimento.

 

Nel caso vogliate approfondire l’argomento si invita a contattare i ns uffici.

 

 

 

 

 

 

 

 

 


RICERCA

Confindustria Energia Adriatica Soc. Cons. a r.l.
Contatti